Contrassegno assicurativo: non obbligatorio esporlo

Contrassegno assicurativo: non obbligatorio esporlo

mondopolizze.it

 

Dal 18 ottobre 2016 è scomparso il contrassegno assicurativo, cioè il bollino che fino a quella data si esponeva sul parabrezza.

Dal 18 ottobre quindi i controlli saranno effettuati direttamente online attraverso la verifica della targa. Il motivo di tale provvedimento è principalmente quello di ridurre le frodi. Secondo l’ANIA infatti quasi 4 milioni di veicoli circolano in Italia senza assicurazione. La speranza è quindi che attraverso la verifica elettronica della copertura assicurativa tramite la targa si dovrà ridurre il fenomeno. Inoltre non da sottovalutare, la quantità di carta risparmiata ogni anno sarà significativa.

Una delle domande più frequenti che gli automobilisti si pongono è: In caso di incidente, come si identifica la compagnia assicurativa della controparte? In questo caso occorre chiedere alla controparte di esibire il certificato assicurativo oppure la polizza o la quietanza di pagamento.

In ogni caso però, il certificato di assicurazione va sempre conservato nel cruscotto del veicolo ed esibito in caso di richiesta, anche se l’informazione sarà presente nelle banche dati nazionali.

Si ricorda che circolare senza assicurazione è una violazione grave del Codice della Strada che prevede sanzioni salate: da 841€ a 3.366 € ed il sequestro immediato del veicolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *