Nuovo bollo auto 2020, chi deve pagare. Tutte le novità

Nuovo bollo auto 2020, chi deve pagare. Tutte le novità

mondopolizze.it

Le novità riguardo il bollo auto per questo 2020 non sono tante. Un’attesa deludente per i tanti che credevano nell’abolizione, ma che a questo giro hanno trovato come novità per lo più i metodi di pagamento.

Dal 1 Gennaio 2020 infatti, il versamento di questa tassa regionale può essere regolato solo attraverso la piattaforma PagoPA, agenzie ACI o altri istituti autorizzati alla riscossione.

Sconti ed esenzioni
Qualcosa di positivo lo troviamo, ma solo dalla Lombardia e Campania. La prima ha portato dal 10% al 15% lo sconto per chi paga autorizzando un addebito diretto automatico sul proprio conto corrente (Rid). Una modalità su cui la Regione ha puntato molto, per garantirsi una riscossione il più possibile certa, puntuale e senza costi aggiuntivi.

La Campania invece ha seguito la Lombardia accordando uno sconto del 10%.

Per il resto gli sconti e le esenzioni già in vigore da tempo rimangono uguali agli anni precedente, che ricordiamo sono: dalla riduzione del 50% per le auto ultraventennali fino alla gratuità (salvo dover pagare una piccola tassa di circolazione se si va su strada) per le ultratrentennali, le elettriche (solo per i primi cinque anni) e i disabili. Passando per una miriade di agevolazioni regionali che estendono i benefici eventualmente riconosciuti a livello nazionale per i modelli a minor impatto ambientale (elettrici, ibridi o a gas).

Il metodo imposto PagoPa, invece amplifica la gamma di modalità di versamento. Ttutti i circuiti di pagamento infatti attraverso cui era ammesso pagare il bollo auto (principalmente uffici postali, agenzie di pratiche automobilistiche convenzionate, uffici dell’Aci, tabaccherie e alcuni istituti bancari) sono entrati pienamente del sistema.

Per quanto riguarda invece le tariffe, non ci sono novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *