Proroghe su assicurazioni, patenti e revisioni scadute

Proroghe su assicurazioni, patenti e revisioni scadute

mondopolizze.it

Proroghe su assicurazioni, patenti e revisioni scadute.

A Marzo, il governo in piena emergenza virus, ha stabilito delle proroghe importanti su patenti, revisioni e assicurazioni scadute.

Chiaramente bisogna prestare molta attenzione a non sforare anche sulla proroga, dato che anche solo uno di questi elementi, essenziali per circolare con il proprio veicolo, se scaduto è prevista la sanzione e la sospensione della circolazione.

Veniamo subito al nocciolo della questione, nel caso della Revisione:

Rimane ovviamente in vigore la solita cadenza, ovvero prima revisione di una vettura a 4 anni dall’immatricolazione e poi ogni due anni, ma si dispone lo slittamento al 31 ottobre 2020 della scadenza delle auto che, in condizioni normali, avrebbero dovuto essere revisionate entro il 31 luglio. I mezzi quindi che hanno una scadenza di revisione fissata tra marzo 2020 e luglio possono circolare serenamente fino alla fine di ottobre senza incorrere in nessuna sanzione.

Patente di guida:

sempre nel decreto Cura Italia, sono previste delle proroghe per tutti i certificati e permessi che sono scaduti tra il 31 gennaio e il 15 aprile.

Tutti questi documenti sono ritenuti validi fino al prossimo 15 giugno 2020.

Per quel che riguarda invece la durata delle polizze assicurative Rc Auto, per tutte le assicurazioni che arrivano alla data del 31 luglio, viene stabilita una ulteriore proroga di 15 giorni. Nel decreto, quindi si arriva a un totale di tolleranza di 30 giorni dalla scadenza della propria polizza.

Carta di identità:

Infine per la carta d’identità è stato stabilito che per tutti i documenti che sono scaduti dal 17 marzo in avanti saranno validi e accettati fino al 31 agosto prossimo. Proroga non valida in caso di espatrio dal territorio nazionale, in quel caso resta valida la data originaria.

Per quanto riguarda il bollo auto, ogni regione ha applicato, chi più chi meno, la sospensione per due mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *